I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra    ACCETTA    Informazioni

Forum vecchio

Forum nuovo

La ditta Elettra Automazioni di Giuseppe Colantuono esegue: PEPPECOL@GMAIL.COM  
      Assistenza a domicilio Napoli e Provincia #FAAC - #FADINI - #BFT #RIB  
      il sito nato il 2008 offre alla clientela vendita online di ricambi originali Faac - Fadini  
      a titolo gratuito chiamando ai numeri indicati si effettua assistenza telefonica  
  Telefono cellulare:    337.974400    WhatsApp  
  Ufficio:                 081.5452353  
  email:                          PEPPECOL@GMAIL.COM  #FAAC   

Instagram

online = 30 membri


  Home Page » Catalogo » Sistemi Radio  |  Log In  |  Registrati  |  Cosa c'è nel carrello  |  Acquista   




   Ricerca


Usa parole chiave per trovare il prodotto
Ricerca avanzata

    » Prodotti in evidenza
Fadini Terminale Finecorsa Nyota Mec 200 plastica tondo
Fadini Terminale Finecorsa Nyota Mec 200 plastica tondo
5,00EUR

 
Categorie

   Più venduti

   Link
Siamo presenti su ShopMania - Confronto prezzi online

   Clienti online ?
Adesso ci sono
 30 membri
(, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , )
 online.

 
 
paypal

Solution Graphics




Sistemi Radio Sistemi Radio


Sistemi Radio

  1. Da cosa è composto un sistema radio?

    I prodotti radio comunicano tra di loro attraverso segnali in radiofrequenza .

    Per realizzare questa comunicazione serve:

    1. Un trasmettitore che genera il segnale (radiocomando)

    2. Una Ricevente che riceve il segnale e lo converte in un comando

     

  2. Come si identifica un sistema radio FAAC?

    Il sistema radio FAAC è composto da 2 dati:

    1. La frequenza radio  (es. 433 Mhz, 868 Mhz,300 Mhz, 315 Mhz)

    2. Il sistema di codifica radio FAAC ( Es. DS, SLH, SL, SLR, RC, LC )

  3. Sistemi con frequenza diverse (es. 433 e 868 Mhz), posso comunicare tra loro?

    No, i sistemi devono funzionare alla medesima frequenza.

  4. Sistemi radio di aziende diverse, possono comunicare tra loro?

    I principali costruttori usano sistemi di codifica diversi. Tuttavia sul mercato si possono trovare radiocomandi "cloni" dei sistemi delle case maggiormente diffuse.

    E' necessario prestare attenzione, se si decide di acquistare un radiocomando "clone", in quanto questi dispositivi, di provenienza normalmente extra-eurpoea, possono non rispettare appieno le norme in materia di emissioni, risultando irregolari e quindi sanzionabili dal ministero delle Poste e Telecomunicazioni.

    Verificare attentamente tutta la documentazione fornita a corredo di tali dispositivi prima di inserirli in un impianto preesistente o utilizzarli come dispositivi di comando su un nuovo impianto.

  5. Come si identifica un radiocomando?

    Le lettere iniziali identificano il modello (es. TM,TML, XT, DL, T ecc….)

    Il primo numero successivo alle lettere, è il numero dei canali radio disponibili (1,2,3,4)

    I numeri successivi al primo numero, il tipo di frequenza radio usata (300,315,433,868 ecc..)

    Le lettere successive al numero il tipo di tecnologia usata (SL, SLR, SLH , RC, LC)

    Es: XT 2 433 SLH

  6. E’ possibile acquistare un radiocomando o una ricevente 300 MHz?

    La frequenza di 300MHz non è più ammessa dalla legge per questo tipo di applicazione, pertanto i sistemi radio funzionanti sulla frequenza di 300MHz non possono più essere venduti, nemmeno come ricambio.

    In fase di configurazione impianto è necessario scegliere sistemi che funzionano su frequenze radio ammesse dalla Comunità Europea o dallo stato italiano (che attualmente sono 31, 40, 433 o 868 MHz), mentre su applicazioni esistenti, è possibile collegare in parallelo al sistema precedenetemente installato, un sistema radio a frequenza 433 o 868 Mhz .

  7. Con una RP o una XF, devo montare una antenna aggiuntiva?

    Non è necessario, hanno già un’antenna integrata.

    E’ possibile comunque montare un’antenna esterna, collegata con cavo coassiale, nel caso in cui, a causa di ostacoli (strutture in cemento armato, metalliche, ecc.), ci si trovi in condizioni di ricezione non ottimali.

  8. Il minidec o il decoder necessitano di un’antenna esterna?

    Si, occorre inserire un’antenna esterna chiamata PL o PLUS, della stessa frequenza di lavoro dei radiocomandi usati.

  9. Posso usare più decoder o minidec in parallelo con la medesima PLUS?

    Si, così facendo, con ogni minidec o decoder aggiunto, posso comandare un ulteriore dispositivo (es. luci esterne, irrigazione..)

  10. Ho un radiocomando a DIP SWITCH con 2 pulsanti, come faccio a comandare due cancelli?

     

    1. Impostare sul radiocomando (TX1) i dip da 1 a 12 in maniera casuale, evitando di lasciare gli ultimi 4 dip tutti su OFF.

    2. Impostare sulla prima ricevente (RX1), i dip esattamente come il radiocomando (TX1) (nel caso di applicazione in condominio, settare in questo modo l’automazione del singolo utente)

    3. Impostare sulla seconda ricevente (RX2) , i dip da 1 a 8 esattamente come il radiocomando (TX1) , ed impostare i dip da 9 a 12 in OFF. (nel caso di applicazione in condominio, settare in questo modo l’automazione in comune)

  11. E’ possibile comandare due automazioni con il medesimo canale di un radiocomando?

    SI, Basta memorizzare sulla ricevente il medesimo canale. Nel caso siano nello stesso raggio di azione, entrambe verranno comandate.

  12. Il radiocomando non funziona: cosa devo controllare?

    • Verificare che si accenda il led sul radiocomando e che la batteria sia carica; eventualmente sostituire la batteria.

    • Verificare di avere memorizzato il radiocomando sulla ricevente

    • Verificare che vi sia compatibilità tra radiocomando e ricevente (stessa frequenza e codifica)

    • Verificare di non avere abilitato una logica a uomo presente.

    • Verificare che non vi siano disturbi radio, parti metalliche o muri che ne ostacolino la trasmissione:

     

  13. Qual’è la differenza tra radiocomandi SLH master e slave?

    I radiocomandi  di fabbrica arrivano nella configurazione MASTER, questi radiocomandi possono sia insegnare che imparare il codice. Un radiocomando SLAVE,  può solamente apprendere il codice senza la possibilità di trasferirlo. E’ possibile trasformare un telecomando MASTER in SLAVE, rendendo non duplicabile tale radiocomando.

    La procedura non è reversibile

  14. Come riconoscere se un radiocomando è master o slave?

    Premendo e mantenendo premuto un tasto del radiocomando MASTER, il led di questo prima di accendersi fisso compie un piccolo lampeggio.

    Nel radiocomando SLAVE , il led si accende subito fisso.

  15. Come si identifica un radiocomando?

  16. Qual'è la compatibilità tra radiocomandi e riceventi del sistema SLH a 433MHz?

    La tabella seguente rappresenta, per immagini e modelli, tutti i radiocomandi e le riceventi 433 SLH tra loro compatibili:

  17. Qual'è la compatibilità tra radiocomandi e riceventi del sistema SLH a 868MHz?

    La tabella seguente rappresenta, per immagini e modelli, tutti i radiocomandi e le riceventi 868 SLH tra loro compatibili:

  18. Qual'è la compatibilità tra radiocomandi e riceventi del sistema RC a 433MHz?

    La tabella seguente rappresenta, per immagini e modelli, tutti i radiocomandi e le riceventi 433 SLH tra loro compatibili:

  19. Qual'è la compatibilità tra radiocomandi e riceventi del sistema SL a 433MHz?

    La tabella seguente rappresenta, per immagini e modelli, tutti i radiocomandi e le riceventi 433 SL tra loro compatibili:

     

  20. Qual'è la compatibilità tra radiocomandi e riceventi del sistema DS a 433MHz?

    La tabella seguente rappresenta, per immagini e modelli, tutti i radiocomandi e le riceventi 433 DS tra loro compatibili:

     

  21. Qual'è la compatibilità tra radiocomandi e riceventi del sistema DS a 868MHz?

    La tabella seguente rappresenta, per immagini e modelli, tutti i radiocomandi e le riceventi 868 DS tra loro compatibili:

  22. Come si memorizza il primo radiocomando SLH su una RP SLH, minidec SLH, decoder SLH?

    1. Sul radiocomando premere contemporaneamente il tasti 1 e 2, fino a che il led non inizia a lampeggiare, e lasciare entrambi i tasti.

    2. Prima che il LED smetta di lampeggiare premere e tenere premuto il tasto del canale che si vuole trasferire

    3. Premere e mantenere premuto il pulsante sulla ricevente.

    4. A conferma di avere eseguito la procedura corretta, il led della ricevente, rimane acceso fisso per alcuni secondi, per poi spegnersi.

    5. Lasciare il pulsante della ricevente e quello del radiocomando .

    6. Alla prima attivazione, eseguire due pressioni da 2 secondi ciascuna, sul pulsante del radiocomando nuovo.

  23. Come si memorizza il primo radiocomando SLH sulla E024S?

    1.  Sul radiocomando SLH premere e tenere premuti i pulsanti P1 e P2 contemporaneamente fino a che il led di questo inizia a lampeggiare. Lasciare entrambi i pulsanti.

    2. Entro 5 sec. mentre il led del radiocomando sta ancora lampeggiando, premere e tenere premuto il pulsante desiderato sul radiocomando (il led del radiocomando si accenderà a luce fissa).

    3. Premere il pulsante LOGIC  per memorizzare l’apertura totale o SPEED , per memorizzare l’apertura parziale , e mantenendolo premuto premere anche il pulsante SETUP (SW1)

    4. Il led sulla scheda si accenderà a luce fissa per 1 secondo per poi spegnersi, indicando l’avvenuta memorizzazione. Rilasciare il pulsante del radiocomando.

    5. Alla prima attivazione, eseguire due pressioni da 2 secondi ciascuna, sul pulsante del radiocomando nuovo.

  24. Come si memorizza il primo radiocomando SLH sulla XR2 433-868 C o XR4 433-868 C?

    1. Sul radiocomando SLH  premere e tenere premuti i pulsanti P1 e P2 contemporaneamente.

    2. Il led del radiocomando inizierà a lampeggiare (per circa 10 sec.)

    3. Lasciare entrambi i pulsanti.

    4. Entro  5 sec. mentre il led del radiocomando sta ancora lampeggiando, premere e tenere premuto il pulsante desiderato sul radiocomando (il led del radiocomando si accenderà a luce fissa).

    5. Premere sulla ricevente per 1 secondo, il pulsante del canale radio desiderato

    6. Il led sulla scheda si accenderà a luce fissa per 1 secondo per poi spegnersi, indicando l’avvenuta memorizzazione.

    7. Rilasciare il pulsante del radiocomando.

    8. Premere per 2 volte, il pulsante del radiocomando memorizzato, in breve successione.

  25. Come si duplica un radiocomando con codifica SLH?

    1. Sul tradiocomando che già comanda l’automazione premere contemporaneamente il tasti 1 e 2, fino a che il led non inizia a lampeggiare, e lasciare entrambi i tasti.

    2. Prima che il LED smetta di lampeggiare premere e tenere premuto il tasto del canale che si vuole trasferire; avvicinare il radiocomando nuovo, e su questo  premere  e mantenere premuto il tasto che deve comandare l’automazione

    3. A conferma di avere eseguito la procedura corretta, il led del radiocomando nuovo deve effettuare due brevi lampeggi e spegnersi.

    4. Lasciare i pulsanti dei due radiocomandi.

    5. Portarsi nelle vicinanze della ricevente e premere 2 volte in rapida successione il pulsante del radiocomando nuovo.




    » Novità

 
    » Carrello
0 prodotti ...è vuoto

   Login

   Informazioni

    » Offerte
NUOVA solo 4 pezzi Fadini Elpro 12 codice 7058L scorrevole per N
NUOVA solo 4 pezzi Fadini Elpro 12 codice 7058L scorrevole per N
195,00EUR
160,00EUR

    » Categorie News

    » Ultime News

    » Recensioni
FAACLIGHT
Ottimo prodotto ..
4 su 5 Stelle!


  giovedì 29 febbraio, 2024   26408219 visite da venerdì 11 luglio, 2008  


Elettra Automazioni Via Giovanni Palatucci, 23 80131 Napoli
Copyright © 2024 Designed by Giuseppe Colantuono Webmaster Elettra Automazioni professional portal

Telefono  081.5452353  Cellulare  337.974400   -  email:  PEPPECOL@GMAIL.COM 

Elettra Automazioni di Giuseppe Colantuono

 P.I. 07123280633 - All rights reserved

Visita Elettra Automazioni su ShopMania

 

Visitatori totali di oggi:

Trovaofferte - Comparatore di prezzi

#brexit